Il progetto di Filosofia per bambini, “Philosophy for Children” è nato negli anni ’70 in America grazie al lavoro del prof. Matthew Lipman.

Dalla Columbia University si è presto diffuso in tutto il mondo e attraversando l’oceano verso la metà degli anni ’90 arriva anche in Italia (CRIF,Crif Napoli).

Una volta in Europa il programma si è arricchito di caratteristiche teoriche e procedurali nuove, adattandosi alle diverse realtà socio-culturali.

Fare filosofia con i bambini

La filosofia per bambini in Europa

Il progetto Philosophy for Children dispone di un curricolo ben strutturato e riconosciuto a livello internazionale da oltre 60 Paesi. Dagli anni ‘90 inoltre può vantare il sostegno dell’UNESCO.

Oltre alla Filosofia per bambini negli ultimi decenni si sono sviluppate altre diverse realtà. Ognuna con un proprio originale ed elaborato metodo di lavoro validato da pluriennali esperienze:

Questi sono tutti progetti educativi in cui i bambini imparano a produrre e le proprie idee. A comprenderle e approfondirle attraverso l’analisi e la pratica dell’argomentazione. Problematizzando e chiarendo domande ed obiezioni.

Il dialogo filosofico

Lo scopo è quello di mettere in pratica il pensiero. Esaminare difetti e limiti del ragionamento logico per elaborare in maniera riflessiva e coerente un pensiero.

All’interno di questo contesto l’apprendimento si configura interattivo e democratico. La filosofia per bambini porta, attraverso il dialogo, a sostare sulle proprie idee per esaminarle in modo critico.

Questo esercizio più di molti altri insegna a pensare e giudicare con la propria testa. Riflettere diventa così un modo per responsabilizzarsi e raggiungere una propria autonomia di pensiero.

A che serve la filosofia per bambini?

I bambini hanno così la possibilità di confrontarsi con le opinioni altrui in modo educato e costruttivo. Di accogliere le idee dei compagni, se ritenute valide o di affrontarle, se considerate poco credibili.

In tal modo il confronto fra le diverse prospettive, la condivisione della propria visione del mondo e lo scambio dialogico fra pari porterà ciascun alunno a oltrepassare il punto di vista personale.

Lo scopo è far capire che si po’ sostenere o cambiare il proprio punto di vista di fronte a nuove informazioni.

A scuola con le emozioni!

Scopri i laboratori di filosofia pensati per la scuola primaria e secondaria, in cui bambini e ragazzi impareranno a riconoscere, esprimere e condividere le proprie emozioni.

Per approfondire

Di seguito potete trovare alcuni link utili alle realtà italiane che si occupano di filosofia con i bambini seguendo metodologie anche molto diverse fra loro:

Iscriviti alla newsletter

Condividi su: